Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > L’educazione alla sicurezza stradale da parte di Automobile Club (...)

L’educazione alla sicurezza stradale da parte di Automobile Club Genova, Polizia Stradale, Polizia locale / Comune di Genova

19.02.2024

Grazie ad una intesa interistituzionale Ŕ stato strutturato un programma di incontri nelle scuole di ogni ordine e grado e nei consultori di Genova e Provincia che si svilupperÓ tra Febbraio e Maggio.

Costante e preziosa Ŕ la collaborazione tra AC Genova, l’Assessorato alla Sicurezza e alla Protezione Civile del Comune di Genova di Antonino Sergio Gambino, il Comandante della Polizia Locale Gianluca Giurato e il Comandante della Polizia Stradale Paola Zappavigna.

Incontreremo studenti di tutte le etÓ, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di secondo grado e neogenitori nei consultori; i format utilizzati focalizzeranno i sistemi di ritenuta per bambini, l’uso degli attaversamenti pedonali, la distrazione alla guida e l’abuso di alcol e droghe, per una partecipazione complessiva di circa 1000 studenti. Il programma si concluderÓ idealmente in Ottobre con il "Genova Driving Experience".

"Solo attraverso la sinergia con le istituzioni e le FFOO - evidenziano Carlo Bagnasco e Raffaele Ferriello - Presidente e Direttore AC Genova - Ŕ possibile strutturare piani formativi ciclici e diffondere la cultura della sicurezza".

"╚ nostra responsabilitÓ crescere i cittadini del domani, invitandoli alla riflessione sui temi legati alla sicurezza stradale - evidenzia l’Assessore Antonino Sergio Gambino - abbiamo scelto di dare una risposta concreta strutturando attivitÓ di informazione perchÚ i ragazzi possano diventare loro stessi ambasciatori di valori e comportamenti virtuosi da condividere con tutti gli utenti della strada. Come Polizia Locale abbiamo intrapreso diverse iniziative dedicate ai pi¨ giovani, portate nelle scuole grazie all’impegno e alla professionalitÓ dei nostri agenti: tra questi, "Fai strada" progetto di educazione stradale per gli studenti delle scuole primarie, che solo nel corso del 2023 ha coinvolto quasi 200 bambini."